Se passa un giorno in cui non ho fatto qualcosa legato alla fotografia, è come se avessi trascurato qualcosa di essenziale. È come se mi fossi dimenticato di svegliarmi.” – Richard Avedon

Sono nato a Venezia nel 1972.

Sono un marito innamorato ed un papà orgoglioso.
Mia moglie è una donna fantastica ed un’educatrice della prima infanzia. Ho due splendidi bambini. Molto di ciò che sono lo devo a loro.

Nei miei studi sono stato respinto e bocciato…
Mi hanno insegnato ad essere curioso e diffidente delle teorie consolidate (Grazie M.B.R.) … alla fine mi sono riscattato.

Sono un romantico senza speranza, amo tutta la musica, il country, i cantautori italiani ed adoro il Rock.
Non mi sono mai rotto un solo osso (il che è particolarmente sorprendente…).

Amo il Mare come una madre, la Montagna come un’amante.
Adoro correre e sudare e far fatica. Ho un debole per la Bellezza.

Mi piace incontrare persone nuove e interessanti. Mi nutro di immagini, di suoni, di sensazioni.
Vivo di emozioni, nel darle e nel viverle.

Mi sono innamorato della Fotografia 30 anni fa quando, in una piccolissima stanza buia illuminata da luce rossa, vidi per la prima volta comparire un’immagine su di un pezzo di carta fotografica immerso nel liquido di sviluppo. Quell’entusiasmo, quell’amore, quella sensazione di magia, nonostante tutto, non mi hanno più lasciato.

Quando osservo attraverso una macchina fotografica considero fondamentale mettere a proprio agio chi ho davanti, fino a raggiungere il necessario feeling che mi consente di catturarne l’essenza e la spontaneità, per far si che il risultato sia il migliore possibile.

Scuole d’Arte? Nessuna. Solo sangue, sudore, emozioni e tante lacrime.

Come tutti ho un Grande Sogno.

Non mi sono mai preso troppo sul serio.

Sono un fotografo